Vesciche ai piedi: come evitare che si formino durante i trekking?

piede nello scarpone trekking

Le vesciche sono fastidiose compagne per chi fa trekking, possono dare molto fastidio soprattutto quando escono e si deve comunque continuare l’attività fisica.

Ecco alcuni accorgimenti per evitare che si formino:

SCELTA DEI MATERIALI DELLA CALZATURA

I materiali incidono molto sulla salute del piede, per evitare la formazione delle vesciche è importante avere una buona traspirazione del piede.

Nei periodi invernali o ad alta quota dove la temperatura è bassa dovresti preferire scarpe in gore-tex o in pelle che proteggono il piede ma lasciano uscire il sudore.

Nei periodi caldi estivi o in posti dove la temperatura è alta invece consiglio tessuti traspiranti con tomaie abbastanza aperte, per esempio se percorri sentieri facili vanno benissimo le scarpe da running o quelle da trail.

PROVA DELLA SCARPA

Un altro punto molto importante è che la scarpa non va mai acquistata senza prima averla provata, non fidiamoci dei consigli di altri perché il piede non è uguale per tutti e di conseguenza una scarpa con cui mi trovo bene io non è detto che vada bene anche per voi.

scarponi da trekking montagna

La scarpa ovviamente non va mai presa né troppo larga né troppo stretta, se è stretta ci saranno frizioni in vari punti e lo sfregamento continuo tra pelle e scarpa causerà l’uscita delle vesciche.

Se è troppo larga il piede non sarà fermo all’interno della scarpa e quindi muovendosi si creeranno attriti che possono far fuoriuscire le vesciche.

Approfondimento: come scegliere la scarpa da trekking.

SCELTA DELLA CALZA DA TREKKING

Terzo punto importantissimo è la scelta della calza, dobbiamo acquistare un prodotto di qualità fatto di materiale tecnico e possibilmente con il posizionamento destro e sinistro in modo tale che il piede venga avvolto perfettamente dalla calza.

Sconsiglio di utilizzare calze in cotone perché tendono ad assorbire subito l’umidità, ma la trattengono all’interno della scarpa. Questo comporta conseguenze negative sulla pelle diventando umida è più debole perché anche con un frizionamento minore può fuoriuscire la vescica.

Esempio di un buon paio di calze: https://amzn.to/2JvqgQn

GEL,CREME E CEROTTI

Un altro suggerimento che posso dare soprattutto per chi inizia lunghi cammini o trekking sono le creme e i gel appositi che possono essere applicati giorni prima dell’attività fisica per ammorbidire il piede in modo che possa superare anche qualche sfregamento dovuto all’attività fisica.

Esempio di gel: https://amzn.to/34f2wIp

Un’alternativa è quella di applicare dei cerotti o pezzi di nastro nei punti più soggetti a sfregamenti in modo da proteggere meglio la pelle del piede.

Esempio di cerotti: https://amzn.to/349YYag

CONCLUSIONI

Spero che questi consigli ti siano stati utili e aggiungo solo che nel caso le vesciche dovessero uscire comunque non tagliarle per far fuoriuscire il liquido perché se ci troviamo in mezzo alla Natura spesso l’igiene non è al massimo e utilizzando materiali non disinfettati possiamo causare delle brutte infezioni che vanno a peggiorare la vescica.

Condividi:

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here