Monte Sparavera da Peia

Escursione sul monte Sparavera partendo da Peia, frazione del comune di Gandino.

YouTube player

Cartina

Monte Sparavera da Peia

Dati tecnici

LuogoLombardia – Bergamo – Gandino
Dislivello in salita800 metri il giro completo
Tempi2:30 ore salita – 2:00 ore discesa
Lunghezza totale11 Km
DifficoltàMedia
Quota massima 1367 metri
Parcheggio Parcheggio Peia
Fonti d’acquaNo
Data EscursioneFebbraio 2023

Come arrivare

Da Bergamo

Prendere la SP 35 e superare i comuni di Torre Boldone, Alzano Lombardo, continuare sulla SS 671, superare Nembro, in prossimità di Vertova svoltare sulla SP 42, superare il comune di Leffe e proseguire per Peia.

Da Milano

Prendere l’autostrada A51 e seguire la direzione Tangenziale Est, proseguire sull’autostrada A4 fino all’uscita di Seriate, seguire la direzione Bergamo, prendere la SS 42 e seguire le indicazioni per Albano, continuare sulla SS 671, in prossimità di Vertova svoltare sulla SP 42, superare il comune di Leffe e proseguire per Peia.

Monte Sparavera da Peia

Parcheggio

Ho parcheggiato la macchina in via don Giuseppe Rota dove ci sono 6 posti auto vicino alla partenza del sentiero.

Monte Sparavera da Peia

Sentiero

Il sentiero 547 inizia a pochi metri dal parcheggio e troviamo subito un cartello CAI, seguiamo le indicazioni per Monticelli.

Monte Sparavera da Peia

I primi minuti di cammino sono su un tratto di asfalto abbastanza ripido.

Monte Sparavera da Peia

Finita la salita troveremo un altro cartello CAI e proseguiamo a sinistra nel bosco.

Monte Sparavera da Peia

Anche in questo tratto il sentiero è a tratti molto ripido ma sempre largo e facile.

Monte Sparavera da Peia

La strada ora diventa un sentiero.

Monte Sparavera da Peia

Si passa davanti a un rudere in pessime condizioni, fate attenzione al tetto pericolante!

Monte Sparavera da Peia

Si prosegue per un lunghissimo tratto dentro al bosco.

Monte Sparavera da Peia

Raggiungo la località Monticelli a quota 1.116 m. che corrisponde alla linea di confine tra la Val Gandino e la valle Cavallina.

Monte Sparavera da Peia

Proseguo sul sentiero 547 strada sterrata in direzione del Monte Sparavera.

Monte Sparavera da Peia

Per qualche chilometro la strada torna ad essere cementata, larga e molto facile da percorrere.

Monte Sparavera da Peia

Nei pressi di una curva prendo la deviazione sulla sinistra che porta alla vetta.

*Volendo potete rimanere sulla strada e risalire poi dal versante opposto ma impiegherete molto di più.

Monte Sparavera da Peia

Questo tratto è molto ripido, in mezzo chilometro si ha un dislivello di quasi 200 metri!

Monte Sparavera da Peia

Monte Sparavera

Ultimo sforzo e raggiungiamo la croce di vetta del monte Sparavera a quota 1.369 metri..

Monte Sparavera da Peia

Panorama

Dalla vetta abbiamo una bellissima vista a 360 gradi sulle Prealpi Bergamasche e sulla zona del lago di Endine e del lago d’Iseo.

Monte Sparavera da Peia

Io ho trovato una giornata con molta foschia che ha ridotto molto la visibilità comunque sono riuscito a vedere il monte Guglielmo, il Rifugio Parafulmine, il Pizzo Arera, il monte Alben e la zona dei Colli di San Fermo. 

Monte Sparavera da Peia

Discesa

Dopo uno spuntino e alcune riprese con il drone ho iniziato la discesa verso Monticelli.

Monte Sparavera da Peia

Non ho fatto il percorso dell’andata ma ho seguito la strada del trattore come consigliato dal contadino proprietario dei terreni.

Monte Sparavera da Peia
Evitate il sentiero che passa in mezzo ai pascoli

Dopo essere tornati al cartello CAI presente a Monticelli prendiamo la strada che scende a sinistra verso la Sorgente del Lino.

Monte Sparavera da Peia

Ci troviamo sull’antica Via della Lana che collegava la val Gandino e la val Cavallina.

Gandino infatti vantava la produzione e il commercio di lana di ottima qualità.

Il commercio dei tessili divenne molto importante e si realizzò una grande mulattiera per agevolare il transito dei mercanti che potevano così raggiungere la val Cavallina, la val Camonica e il nord Europa.

Monte Sparavera da Peia

Arrivati ad un bivio proseguiamo a destra seguendo i cartelli.

Monte Sparavera da Peia

Sorgente del Lino

In pochi minuti raggiungo la Sorgente e la Pozza del Lino che a causa della siccità è praticamente secca.

Monte Sparavera da Peia

La Pozza si trova a pochi metri dalla Via della Lana e probabilmente era usata dai mercanti come luogo di ristoro e per la produzione del lino.

Proseguo a camminare sul sentiero principale in direzione della Madonna del Pizzo.

Monte Sparavera da Peia

Il sentiero in questo tratto è largo e facile, inizio a intravedere la statua della Madonna.

Monte Sparavera da Peia

Madonna del Pizzo

In pochi minuti raggiungo la grande statua dorata di Maria Regina delle Vette e Madre della Vita

Monte Sparavera da Peia
Monte Sparavera da Peia

Proprio dietro la struttura parte il sentiero che mi riporterà fino a Peia.

Monte Sparavera da Peia

Dopo pochi minuti arriveremo a un bivio non segnato.

Andando a destra possiamo tornare sul sentiero fatto all’andata mentre io proseguo a sinistra per fare un anello.

Monte Sparavera da Peia

Altro incrocio, si continua a scendere a destra.

Monte Sparavera da Peia

Ora il sentiero prosegue dritto e seguiamo i bollini rossi.

Monte Sparavera da Peia

Siamo tornati al primo bivio che abbiamo incontrato all’andata e non ci rimane che scendere a sinistra fino al parcheggio.

Monte Sparavera da Peia

Conclusioni

Ho completato questa escursione con anello che prevede 11 Km e 800 metri di dislivello, il sentiero non è difficile ma richiede comunque un buon allenamento.

Se hai dubbi sul percorso puoi scrivermi tramite i miei contatti.

Monte Colombina

Monte Sparavera da Peia

San Defendente

Monte Sparavera da Peia
WhatsApp
Facebook
Telegram
Luca Gherardi

Luca Gherardi

Guida Ambientale Escursionistica AIGAE e Consulente di Digital Marketing

Articoli del blog