Rifugio Grassi da Valtorta

Il rifugio Grassi (chiamato anche “La Grassi”) è posto a 1987 metri nel comune di Valtorta.

Il rifugio si trova alle pendici del Pizzo dei Tre Signori in una posizione soleggiata con un bellissimo panorama sulla Valle Brembana.

YouTube player

In questa escursione ti mostrerò il sentiero per raggiungerlo partendo da Valtorta.

Cartina del sentiero

Rifugio Grassi da Valtorta

Dati tecnici

LuogoLombardia – Bergamo – Valtorta
Dislivello in salita780 al rifugio – 1100 totali
Tempi 3:00 al rifugio – 5:30 l’anello
Lunghezza 6 Km al rifugio – 15 Km l’anello
DifficoltàMedia
Quota massima 2020 metri
Parcheggio Parcheggio Valtorta
Fonti d’acquaNo
Data EscursioneAgosto 2023

Parcheggio a Valtorta

Ho lasciato la macchina nell’ampio parcheggio presente davanti al Rifugio Trifoglio a Valtorta.

Rifugio Grassi da Valtorta

Sentiero per il Rifugio Grassi

Il percorso inizia proprio in parte al parcheggio risalendo una strada asfaltata.

Dopo pochi minuti troviamo un cartello CAI e andiamo a destra nel bosco.

Si risalgono le piste da sci e si entra ancora nel bosco seguendo i segnali CAI.

Si esce in cresta e arrivo al Passo del Gandasso dove prendo il sentiero 101 che ci porterà fino al Rifugio Grassi.

Risalgo la cresta fino ad arrivare al Passo del Toro (1945 m) e proseguo a destra.

In questo tratto il sentiero è stretto ed esposto quindi massima attenzione!

Continuo a camminare fino alla Bocchetta di Foppabona (1985 m) e proseguo verso il rifugio.

In meno di 3 ore raggiungo il Rifugio Alberto Grassi.

Il sentiero dal parcheggio al rifugio prevede 6 Km e 780 metri di dislivello.

Rifugio Grassi da Valtorta

Rifugio Grassi

Il rifugio Grassi è di proprietà della SEL di Lecco ed è immerso in bellissimi pascoli.

Il rifugio è stato inaugurato nel 1921 ma fu distrutto nel 1944 durante un rastrellamento tedesco.

Fu ricostruito nel 1946 così come è ancora oggi.

Il rifugio ha 24 posti letto e quasi 50 posti per pranzo.

Dietro al rifugio troviamo la Cima delle Miniere, in passato qui furono scavate diverse gallerie.

Veniva estratta la galena, un materiale formato da piombo e argento.

Rifugio Grassi da Valtorta

Queste pietre venivano cotte per separare i due materiali per poi venderli sul mercato.

Rifugio Grassi da Valtorta

Discesa

Per la discesa ho deciso di fare un giro ad anello prendendo il sentiero 104 che parte poco dopo il rifugio.

Rifugio Grassi da Valtorta

Si attraversano ruscelli e pascoli bellissimi.

Supero una baita e continuo a scendere.

Trovo un bivio con un cartello del CAI e proseguo a destra sul sentiero 104A che scende a Valtorta.

Attraverso varie volte il fiume seguendo sempre i segnali del CAI.

Esco dal bosco e mi ritrovo sulla strada che ho percorso in macchina stamattina.

La percorro per pochi metri fino ad una curva dove prendo la pista ciclopedonale “Camoscio Zoppo”.

Questo tratto di strada sterrata mi riporterà al parcheggio.

Supero varie baite e mi ritrovo alla stazione di partenza degli impianti da sci.

Ultimo sforzo e concludo il giro ad anello.

Conclusioni

Ho completato questa bellissima escursione ad anello che prevede circa 15 Km di lunghezza e 1050 metri di dislivello.

Se hai dubbi o domande sul percorso puoi scrivermi tramite i miei contatti.

Buona escursione!

Escursioni consigliate

Se cerchi altre mete per un’escursione in Valle Brembana ti consiglio queste:

Rifugio Calvi da Carona

Corno Stella da Foppolo

Rifugio Grassi da Valtorta

Rifugio Benigni da Cusio

Rifugio Grassi da Valtorta
WhatsApp
Facebook
Telegram
Luca Gherardi

Luca Gherardi

Guida Ambientale Escursionistica AIGAE e Consulente di Digital Marketing

Articoli del blog