Fototrappole: sono legali? Scopri le leggi da seguire

Le fototrappole sono considerate dalla normativa italiana come sistemi di sorveglianza perciò quando le posizioniamo dobbiamo fare attenzione ad alcune norme.

Fototrappole: sono legali? Scopri le leggi da seguire

Luogo Privato non accessibile

Se posizioniamo la fototrappola in un luogo privato non accessibile (recintato):

  • dobbiamo solo assicurarci di avere il permesso del proprietario del terreno.

Luogo Privato accessibile

Se la posizioniamo in un luogo anche privato ma con accesso al pubblico (es. un bosco non recintato) dovremo:

  • informare le persone della presenza delle fototrappole attraverso un apposito cartello informativo indicando la motivazione e il responsabile per il trattamento dei dati acquisiti (Regolamento Generale sulla Protezione dei Dati)
  • proteggere i dati acquisiti impostando una Password sulla fototrappola
  • usare dei lucchetti o sistemi di protezione per impedire il furto della scheda di memoria dove sono salvate le foto o i video acquisiti

Aree Protette

Nelle aree protette (Parchi Nazionali, Riserve Naturali) invece dovremo:

  • utilizzare tutte le metodologie usate nei luoghi aperti al pubblico
  • ottenere l’autorizzazione scritta da parte dell’ente gestore

Cosa fare se riprendiamo persone?

Se la nostra fototrappola ha filmato o fotografato una persona dobbiamo assolutamente cancellare tutti i dati acquisiti a meno che non sia colta nell’atto di compiere un reato, in quel caso, dovremo fornire i dati alle autorità.

Conclusioni

Spero che queste informazioni ti siano servite a capire quali normative dobbiamo rispettare per installare una fototrappola, se hai ancora dubbi puoi scrivermi tramite mail.

Se sei un Ente Pubblico invece ti consiglio di leggere questa guida.

WhatsApp
Facebook
Telegram
Luca Gherardi

Luca Gherardi

Guida Ambientale Escursionistica AIGAE e Consulente di Digital Marketing

Articoli del blog