Video stabili: come farli a mano e con gli stabilizzatori

come fare video stabili

Vuoi realizzare un video ma non riesci a ottenere inquadrature stabili? Ecco una serie di consigli che potrebbero esserti utili.

Una delle caratteristiche principali che contraddistingue un video professionale è la stabilità delle riprese, per ottenerle si possono usare varie strategie a seconda dell’attrezzatura che hai a disposizione.

RIPRESE A MANO LIBERA

Se non hai la possibilità di usare uno stabilizzatore puoi comunque ottenere buoni risultati seguendo questi consigli:

  • Cerca di usare lenti stabilizzate e camere con sensore stabilizzato
  • Usa obiettivi grandangolari che fanno percepire meno il tremolio dell’immagine
  • Usa un treppiede e fai muovere il soggetto
  • Appoggia la camera o usa dei supporti per renderla più ferma
  • Tratteni il respiro mentre registri per ridurre i micro-movimenti
  • Impugna la camera con due mani per una presa più salda
  • Metti la tracolla della fotocamera in tensione verso il basso per ridurre il tremolio
  • Tieni le gambe leggermente larghe per avere più stabilità
  • Piedi saldi al terreno
  • Porta i gomiti vicino al petto per creare un punto d’appoggio fermo
  • Registra ad altri frame rate per poter rallentare la clip e ridurre il mosso

STABILIZZATORI MECCANICI

Grazie a questi puoi avere un salto di qualità nella stabilizzazione d’immagine però devi scegliere quale tipo utilizzare in base alle tue esigenze e a cosa devi registare.

Spallaccio

Ideale per scene statiche o con movimenti non troppo rapidi in cui l’operatore non si sposta dal punto di ripresa.

spallaccio per fare video stabili

Ti permette di mettere a fuoco da solo non dovendo utilizzare un secondo operatore riducendo, quindi, i costi da sostenere.

E’ economico ma può reggere solo attrezzatura leggera.

Rig

Un altro accessorio che può tornarti utile è il rig: si appoggia sulle spalle e possiede 2 manici anteriori per migliorare la presa.

E’ basato su un sistema di due rotaie parallele su cui si aggancia tutta l’attrezzatura.

rig per fare video stabili

Rispetto agli spallacci ha il vantaggio di avere un peso posteriore che aiuta migliorare la stabilizzazione.

Potendo montare molti accessori può diventare pesante ma questo comporta anche un miglior controllo dei movimenti di ripresa.

La messa a fuoco quasi sempre deve essere fatta da un secondo operatore.

Steadycam

La steadycam è un accessorio semplice formata da un bastone con una maniglia per impugnarla; a un’estremità della colonna va montata la camera mentre sull’altra vanno posti i pesi per bilanciarne l’assetto.

Il numero e la distribuzione dei pesi sono legati all’attrezzatura che usi. Ogni volta che cambi fotocamera o obiettivo quindi dovrai ricalibrare tutto, all’inizio questo ti richiederà molto tempo ma con la pratica diventerai sempre più veloce.

steadycam per fare video stabili

Questa soluzione ti va avvicinare al mondo professionale permettendoti di avere video fluidi anche con movimenti velocissimi e complessi.

Tuttavia le steadycam non sono perfette infatti, essendo pesanti, non permettono di riprendere per tanto tempo di seguito e inoltre serve tantissima pratica per imparare a usarle al meglio.

Ecco un video tutorial molto bello di due ragazzi italiani che ti spiegano come usare una steadycam: https://www.youtube.com/watch?v=TPQGaJADQO0&index=10&t=0s&list=WL

STABILIZZATORI ELETTRONICI

Gimbal

E’ costituito da una serie di giunti cardanici (da cui deriva il nome) che grazie a dei motori brushless riescono a compensare i movimenti della camera stabilizzando l’immagine.

Viene impugnato tramite una o due maniglie attaccate alla struttura.

Esistono in commercio tanti modelli con varie caratteristiche, ma se vuoi acquistarne uno devi tener conto del peso che riesce a sostenere.

gimbal per fare video stabili

Esistono infatti gimbal creati apposta per smartphone ed altri dedicati alle reflex più pesanti, la differenza sta nella potenza dei motori e se usi un peso troppo elevato andrai a sovraccaricarli rischiando di romperli.

Un’altra caratteristica da valutare è la presenza di una o due maniglie; con una hai un sistema più maneggevole e puoi regolare il fuoco da solo, mentre con la doppia puoi avere una maggiore stabilità ma hai bisogno di una persona che regola fuoco tramite sistemi remoti a distanza.

Il prezzo è generalmente alto (attorno ai 5-600 euro per i migliori) ma rispetto alle steadycam hanno il vantaggio di essere facilmente utilizzabili fin da subito.

Ecco alcuni dei modelli migliori che ti consiglio: Ronin M
Crane 3

CONCLUSIONI

Spero che quest’articolo ti abbia aiutato a capire le varie metodologie che puoi usare per avere un video stabile, se hai altri dubbi non esitare a scrivermeli nei commenti.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here